Il Premio degli Amici della Domenica

Il Premio Strega

Nasce nel 1947 il Premio Strega, nasce dall'entusiasmo e dalla passione di un vero e proprio circolo letterario che anima le conversazioni nel salotto di casa Bellonci, i cosiddetti 'Amici della domenica', appassionati cultori della lingua Italiana, che all'indomani delle atrocità della guerra istituiscono il Premio Strega come segno del loro desiderio di normalità e di futuro. La famiglia Alberti è fra gli esponenti più coinvolti di questo sodalizio e ancora oggi cura l'organizzazione del prestigioso premio. Gli 'Amici della domenica' sono coloro chiamati a valutare le opere letterarie e a decretare un vincitore, un corpo di giurati che assegnò il Primo premio strega nel 1947 a  "Tempo di uccidere" di Flaiano. Nel corso degli anni hanno partecipato a questo concorso i nomi più illustri del nostro Novecento dalla Morante a Umberto Eco da Cesare Pavese a Moravia e ancora Silone,  Palazzeschi e molti altri.

Gli 'Amici della domenica di un tempo' sono oggi oltre 400 esponenti del mondo della cultura a vario titolo,  ad essere in concorso sono testi di narrativa di autori Italiani la cui pubblicazione deve essere avvenuta fra il 1° Maggio dell'anno che precede il concorso fino al 30 Aprile dell'anno di premiazione. Ogni testo per entrare in concorso, deve incontrare l'appoggio di almeno due giurati; i testi che si contendono l'ambito riconoscimento, vengono scelti in seguito ad una votazione che si svolge presso casa Bellonci di norma nel mese di Giugno.

Il primo giovedì del mese di Luglio viene assegnato il premio al romanzo vincitore con una cerimonia di premiazione che si svolge a Roma, nella suggestiva cornice del Ninfeo di Villa Giulia. Il premio strega è giunto quest'anno alla sua 64° edizione.