La Festa dei Librai

Il Premio Bancarella

La storia del premio Bancarella nasce da una tradizione e da un'attività  particolare ovvero dal mondo dei librai ambulanti. Gli ambulanti dei territori all'estremo nord della Toscana fra l'Appennino,  le Apuane e il Mar Ligure, nella zona della Lunigiana,  annualmente si incontravano per accordarsi sulle zone che avrebbero coperto e confrontarsi su quali libri comprare e su come fare a spuntare un buon prezzo dagli editori.

Questo confronto fra  gli ambulanti, nel tempo oltre a diventare una sorta di rituale imprescindibile, si trasformò quasi in una vera e propria associazione, dal momento che in molte circostanze non solo gli ambulanti agirono di comune accordo per evitare problemi di concorrenza fra di loro, controproducenti per tutti, ma si unirono letteralmente in fase di acquisto dei libri per ottenere prezzi più competitivi.  Questa modalità di vendita se risultava per molti aspetti vantaggiosa rispetto ai negozi normali, in particolare per l'assenza di costi di gestione come l'affitto o l'acquisto di un locale,  per altri aspetti esponeva l'ambulante al capriccio delle stagioni, oltre a costringerlo ad un impegno fisico notevole per il trasporto; così nell'arco di breve tempo la maggior parte dei librai cominciò a servirsi di banchi fissi di norma ubicati nelle zone centrali della città, proponendo un'offerta studiata  sul passante avventore casuale e di norma con poco tempo a disposizione, costruendo dunque un'attività con caratteristiche diverse rispetto alle librerie vere e proprie. Con il passare del tempo,  questa attività che nella stragrande maggioranza dei casi si rivelò notevolmente remunerativa  vide gli ambulanti di queste zone aprire nelle varie città di Italia le librerie più grandi ed importanti, dando inizio ad una vera e propria tradizione che vede le attività del settore appartenere a famiglie provenienti da quest'area geografica.   

Da questa attività che si è trasformata anche nella storia degli spostamenti di un popolo nasce il premio bancarella. Nel 1952 nel mese di agosto,  Renato Mascagna promuove un primo grande incontro fra tutti i librai del luinigiano che si riunirono a Mulazzo e li decisero e giurarono che ogni anno si sarebbero ritrovati. Prende vita così il premio Bancarella un riconoscimento voluto organizzato e gestito solo ed esclusivamente dai librai. Il primo ad essere insignito del riconoscimento sarà l'anno successivo, nel 1953  Hemingway  premiato per  'Il vecchio e il mare'a poca distanza dalla consegna del premio Nobel.
Fin dalla sua istituzione è cresciuta l'importanza e la risonanza di questo premio, oggi un appuntamento atteso che ogni anno viene ospitato da Pontremoli e continua a mantenere inalterato nel tempo il suo spirito. Il premio Bancarella non è solo la celebrazione del libro ma è specialmente la festa per eccellenza del mondo dei librai, la riconferma e la celebrazione della missione che nel senso più alto incarnano con il loro mestiere, ovvero la diffusione del libro.
Il premio Bancarella premia il testo più venduto, premia l'incontro con il favore del pubblico; possono concorrere libri di narrativa e di saggistica italiani e stranieri, freschi di pubblicazione i cui autori devono essere in vita; i testi ammessi devono essere stati pubblicati dal 1° febbraio dell'anno   precedente il concorso fino al 31 gennaio dello stesso anno in cui verrà assegnato il premio.  
Il Comitato Organizzativo è costituito dalla Fondazione Città del Libro, dall'Unione Librai Pontremolesi e dall'Unione Librai delle Bancarelle. Generalmente nel periodo che intercorre fra il mese di settembre e il mese di febbraio, mensilmente il comitato organizzativo segnala sei libri che per caratteristiche possono concorrere all'assegnazione del Premio. Fra questi sei testi presenti nelle librerie della giuria, i librai ne eleggeranno uno 'Libro del mese'; nel mese di marzo a seguito di riunioni effettuate vengono scelti i sei libri vincitori del premio 'selezione Bancarella'; una volta individuati i sei volumi in concorso il comitato organizzativo elegge un Collegio degli elettori che voterà quale fra i sei testi vincerà il Premio Bancarella.
Quest'anno il Premio bancarella, che ha già reso noti i sei finalisti vincitori del premio selezione Bancarella, si terrà a Pontremoli il 18 Luglio 2010. Buon libro a tutti!